Federicapaola Capecchi

Federicapaola Capecchi

Federicapaola Capecchi

Coreografa, danzatrice, fondatrice di OpificioTrame, Socia responsabile danza, teatro e musica di Spazio Tadini

Ha debuttato a giugno 2008 all’interno del 6° Festival Internazionale di Danza Contemporanea della Biennale di Venezia (Direzione artistica di Ismael Ivo), con una creazione originale sul tema “Beauty. Art is beautiful!”, all’interno della piattaforma “giovani coreografi italiani”, frutto del progetto Choreographic Collision Part 1 e 2.

Inizia studiando danza classica presso la Scuola Aurelio Millos e poi alla C.S.C di Milano, oggi SPID, con Elisabeth Kahan e David Sutherland.

È con un Residenziale di Adriana Borriello presso il Teatro Elfo di Milano il suo primo incontro con la danza contemporanea. Prosegue in questa direzione studiando con Susanna Beltrami, Brigitte Hyon, Dominique Dupuy, Franco Reffo, Michele Abbondanza e Antonella Bertoni.

Il ’96 è un anno importante, nel quale incontra sia la danza butoh, che il teatrodanza.

Per la danza butoh studia e lavora con Kayo e Yukio Mikami, partecipando anche alla produzione internazionale “Luna di Terra” al Teatro Franco Parenti di Milano. Incontra inoltre il maestro Kazuo Ohno e il figlio Yoshito Ohno, al Teatro Comunale di Ferrara.

Ma è l’incontro con il teatrodanza che segna il suo percorso formativo e di ricerca. In questo senso importanti per il suo percorso artistico sono i seminari e i corsi di aggiornamento di Michele Abbondanza e Antonella Bertoni, Felix Ruckert, Raffaella Giordano e Giorgio Rossi.

Nel tempo si dedica assiduamente allo studio e alla pratica della contact improvisation rinterpretandola ed elaborandola in un proprio codice coreografico. Su tutto, danza, parole, gesti cerca un linguaggio vissuto, che arriva dal corpo e vi respira, senza automatismi né artifici tecnicistici.

Dopo una felice esperienza con Marco Baliani nel progetto “Le Antigoni della Terra” a Bologna, decide di completare il suo percorso artistico approfondendo anche la formazione attorale, frequentando per diversi anni la scuola di teatro di Opus Personae a Milano, “Progetto Novecento” di M. Pernich e della Regione Lombardia e laboratori intensivi sul lavoro attorale con Danio Manfredini.

La sua ricerca e curiosità la spingono costantemente a confrontarsi ed approcciare nuove e diverse esperienze, come la danza africana, tradizionale e di espressione, il bharatanatyam, l’afro-contemporaneo, e a seguire corsi di aggiornamento di drammaturgia e scrittura scenica parallelamente a quelli di danza contemporanea.

Nel 2006 è invitata al Festival Internazionale di Gorazde “Prijateljstva”, Bosnia Erzegovina, con lo spettacolo “Hybris” del quale cura lo studio del movimento e le coreografie. Nel 2005 fonda con Riccardo Walchhutter, drammaturgo-scrittore, la compagnia OpificioTrame. Con questa, in collaborazione con Medici Senza Frontiere e Mani Tese, realizza lo spettacolo “Bambini non tirate gli estintori ai carabinieri” in replica dal 2003, poi lo spettacolo “Sotto Pelle”, “L’unico pensiero che mi occorre”, nel 2006, lo spettacolo “Resistenze”, la cui coreografia le vale la selezione per la prima parte di Choreographic Collision, progetto di ricerca coreografica di Viviana Palucci e Manola Bettio di FNASD e Biennale Internazionale della Danza Contemporanea di Venezia. In questa occasione approfondisce il lavoro di coreografa e di danzatrice contemporanea con Ismael Ivo, Jacopo Godani, Ted Stoffer, Reinhild Hoffann e Mi Na Yoo. Sono seguite altre produzioni e performances: “E Ancora”, “Il Carrello tiene tra i denti”, “Naked”, “Enlibertè”, “Naburi”, “AB [Against Bodies]“, “Sous la peau peut toucher…”, “Fragile. Question du confiance”, “Estreme”, “J’ai pas”; “Oltre Uomo”, “Studio coreografico su L’occhio della pittura di Emilio Tadini”, “Corpo 2.0”.

A giugno 2009 debutta con lo spettacolo “E ancora” ispirato all’opera d’arte Fiaba di Emilio Tadini, primo lavoro del progetto Coreografia d’Arte di cui è Federicapaola Capecchi è ideatrice insieme a Francesco Tadini. Nel luglio 2009 è invitata con la sua compagnia al PlayArezzo Festival. Novembre 2009 (26>29) vede l’anteprima del Festival Coreografia D’Arte; la seconda edizione di Coreografia d’Arte avviene dal 2 al 5 dicembre 2010, la III° edizione si è svolta dal 24 al 30 novembre 2012. Il 29 novembre 2011 è iniziato il progetto Spazio, corpo e potere: ciclo di interviste dal vivo e spettacoli, di cui è ideatrice, insieme a Francesco Tadini, e organizzatrice. Attualmente lavora a una nuova produzione.

 

è socia di Spazio Tadini, con il quale porta avanti una proficua collaborazione per la danza, lo spettacolo dal vivo e la scena, dal 2008. Ne è responsabile danza, teatro e musica.

É anche giornalista pubblicista. Ha lavorato per La Stampa (Vivere Milano, esperimento Mirò), Adv Express. Oggi è responsabile della pagina Danza del magazine Milano Arte Expo MAE International Art Events.

PREMI:

Ha vinto il Leone d’argento per la Creatività 2013 – 2014 della Biennale di Venezia il progetto “Leggo, capisco e sono” – di cui Federicapaola Capecchi è coordinatrice per lo specifico Danza (ultimo anno di progetto) anche dei formatori in aula, e di cui ha curato coreografia e messa in scena – ideato e gestito dall’Associazione Opus Personae/Cesi Barazzi per la Scuola primaria XXV Aprile di Sesto San Giovanni. Concorso e Premio riguardano progetti aventi come finalità lo sviluppo nelle Scuole della creatività applicata nel campo delle arti.

Leone d’Argento per la Creatività per le scuole primarie

Progetto: Leggo, capisco e sono  progetto interclasse

Scuola XXV Aprile – Istituto Coomprensivo Rovani – Sesto San Giovanni (MI)

insegnate referente: Monica Beretta

Ha ricevuto, con lo spettacolo “Resistenze”, il Premio Nazionale La Torretta 2008 “destinato a tutti coloro che con il loro lavoro contribuiscono all’esaltazione dell’arte, della cultura, della solidarietà e ad elevarne i contenuti.

 

Federicapaola Capecchi

Federicapaola Capecchi

 

PUBBLICAZIONI:

2013 – Silvana Editoriale – “Francesca Magro, Incarnazione del segno” A cura di Luca Pietro Nicoletti. Autrice del capitolo “Corpo 2.0” pag.52

 

2000Carlo Colla & Figli – Associazione Gruppo Oriani – Autrice di testi per la pubblicazione

“Boccascena”. Semestrale della Compagnia Marionettistica Carlo Colla & Figli, Milano

 

1997NAPOLI SEGRETA . “Breve viaggio esoterico nella città dei mestieri, tra leggende, miracoli e magie,

da Iside a Internet”. Edizioni INTRA MOENIA. Autrice del cap.VII “Templari, Rosa Croce e Magia Naturalis”.

Con questo libro partecipo alla Fiera del Libro Galassia Gutemberg, Napoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...