Mostra e performance: il progetto Save my dream e chi lo ha reso possibile

linosa-i-have-a-dream-save-my-dream-Ph-Claudio-Palmisano

Ph-Claudio-Palmisano

Save my dream e la performance di consegna delle opere e chi lo ha reso possibile

Pina Bonadonna è stata la prima cui ho parlato di questa idea di coinvolgere alcuni ragazzi di Linosa nella performance. Lei di suo, persona eclettica, creativa e amante delle sfide, era già coinvolta nel progetto quasi in automatico, già mentre ne parlavamo in un bar del Pigneto a Roma dove ci eravamo trovate. È stata lei ad indicarmi quali ragazzi di Linosa si potevano coinvolgere. E poi tutto ha seguito il suo corso, con un risultato, a detta del pubblico, degli isolani e dei ragazzi stessi, bellissimo. Continua a leggere

I HAVE A DREAM Performance di consegna delle opere di Save My Dream regalate al Comune di Lampedusa e Linosa

save-my-dream-performance-Linosa5

Dario D’Emanuela, Pina Bonadonna, Chiara Giardina, Valentina, Gerlando Estatico, Debora Errera durante le prove, Linosa

La performance I have a dream omaggio sia alle vittime dell’immigrazione clandestina sia all’isola di Linosa e di Lampedusa, come un corteo di saluto e di impegno, performance celebrazione scandita in due parti, è avvenuta a Linosa il 25 luglio 2014 a Pozzolana di Ponente. Continua a leggere

Parte da Milano per Lampedusa e Linosa la mostra SAVE MY DREAM

 

    Parte da Milano per Lampedusa e Linosa la mostra SAVE MY DREAM.

CERIMONIA DI CONSEGNA A LINOSA IL 24 LUGLIO, A LAMPEDUSA IL 25 LUGLIO 2014

Il 24 e 25 luglio la consegna ufficiale alle isole delle 116 opere per un valore complessivo di circa 35000 euro da devolvere a sostegno degli isolani nel dare soccorso ai migranti. L’apertura degli spazi espositivi, alla presenza delle autorità, prevede una performance dal titolo I HAVE A DREAM a cura della coreografa Federicapaola Capecchi, da anni impegnata su temi sociali con il linguaggio del teatrodanza.

 

 

L’associazione culturale Spazio Tadini il 7 dicembre 2013 ha inaugurato una mostra collettiva per ricordare le “vittime dell’immigrazione” decedute nella traversata del Mar Mediterraneo alle porte di Lampedusa e Linosa. L’evento non è mai stato solo commemorativo, ma anche propositivo e di sostegno concreto ai Comuni italiani delle coste siciliane che affrontano ogni giorno la tragedia di migliaia di persone pronte a morire pur di tentare di cambiare le loro condizioni di vita. Perché la loro morte non sia vana e perché crediamo che i loro sogni affondati in mare siano quelli di qualunque essere umano, si è organizzato questo evento d’arte benefico dal titolo Save My Dream di cui il Comune di Lampedusa e Linosa ha accettato l’invito.

All’appello lanciato da Spazio Tadini per questa mostra ideata da Francesco Tadini e Melina Scalise, fondatori dell’associazione culturale, hanno aderito 116 gli artisti che hanno donato un loro lavoro al Comune di Lampedusa e Linosa per raccogliere fondi. Il valore complessivo base delle opere che Spazio Tadini regala al Comune di Lampedusa e Linosa è di circa € 35.000.00. Le opere sono state equamente ripartite tra le due isole siciliane: 56 opere saranno esposte presso l’isola di Linosa nella Sala della Capitaneria con cerimonia inaugurale giovedì 24 luglio 2014, 56 saranno esposte a Lampedusa nella Sala Riserva Marina con cerimonia inaugurale venerdì 25 luglio 2014. Due opere sono state acquistate a Milano durante la mostra di dicembre 2013 tramite donazione diretta sul conto corrente indicato dal comune. Tutte le opere donate al comune sono visibili sul sito: www.lampedusamostra.wordpress.com aperto per il progetto da Spazio Tadini anche questo a titolo interamente gratuito.

Le opere raccolte rappresentano i “Sogni” dei migranti salvati dal naufragio. Saranno il Comune di Lampedusa e quello di Linosa a scegliere se effettuare una vendita immediata o se dare vita a una mostra permanente o itinerante per cui i visitatori potranno, con la loro offerta, dare vita a un sostegno economico duraturo nel tempo.

Venerdì 25 luglio  2014 a Linosa – località Mannarazza – avverrà la prima consegna ufficiale delle opere al Sindaco Susanna Errera con l’evento “I HAVE A DREAM” [IN ALLEGATO il dettaglio sulla performance]

sABATO 26 luglio 2014 a Lampedusa – località da comunicare – avverrà la consegna ufficiale delle opere al Sindaco Giusi Nicolini con l’evento I HAVE A DREAM” [IN ALLEGATO il dettaglio sulla performance]

La performance/celebrazione ideata da Federicapaola Capecchi coreografa e socia di Spazio Tadini è realizzata in collaborazione con Emma Scialfa | compagnia Motomimetico di Catania e grazie al sostegno e al supporto di Terraferma Diving Linosa | Francesca Tuccio, Giovanni Pesaresi. E’ scandita in due parti. “La performance inizia in mare, prosegue a terra per poi concludersi nuovamente in mare- spiega la coreografa – Ogni attore/danzatore incarnerà quegli uomini e quelle donne, quel mare che prima di vederlo è un odore, che prima che diventi tomba è un sudore salato, quella gente d’Africa, quegli innumerevoli, partiti scalzi e, a volte, rispediti come bagagli, da un nord che non è degno di se stesso. Con la semplicità e la profondità al tempo stesso che la danza può dare ai temi di attualità. Perché la danza è anche la voglia di affrontare l’importante complessità delle cose, da una diversa angolazione”.